Eventi
29
Settembre
2022
29.
09.
2022
06
Ottobre
2022
06.
10.
2022
13
Ottobre
2022
13.
10.
2022
20
Ottobre
2022
20.
10.
2022
27
Ottobre
2022
27.
10.
2022
03
Novembre
2022
03.
11.
2022
10
Novembre
2022
10.
11.
2022

Borse d'eccellenza della Confederazione svizzera per ricercatori e artisti stranieri (ESKAS)

Matías Laporte, dottorando presso la Facoltà di scienze informatiche e destinatario di una borsa di dottorato ESKAS
Matías Laporte, dottorando presso la Facoltà di scienze informatiche e destinatario di una borsa di dottorato ESKAS

Servizio comunicazione istituzionale

29 Aprile 2022

Le borse d'eccellenza della Confederazione svizzera per ricercatori e artisti stranieri (ESKAS) sono borse di studio speciali assegnate a promettenti giovani ricercatori stranieri che intendono trascorrere un soggiorno in Svizzera sotto la supervisione accademica di un professore presso un istituto superiore svizzero.

Le borse di studio ESKAS promuovono la cooperazione internazionale e scientifica tra la Svizzera e altri paesi. Prevedono anche molti vantaggi sia per i ricercatori sia per le istituzioni ospitanti, consentendo di migliorare la propria carriera accademica attraverso la mobilità e di favorire il trasferimento delle conoscenze tra gli ospiti svizzeri e i borsisti.

Candidatura

La maggior parte delle borse di studio si rivolgono a candidati provenienti da Paesi a basso reddito e Paesi in via di sviluppo. Queste borse di studio sono disponibili per ricercatori che hanno conseguito un master o un dottorato di ricerca e per artisti in possesso di un diploma bachelor.

Le diverse tipologie di borse di studio comprendono: borse di dottorato (12 mesi, prorogabili fino a 36 mesi), borse di studio post-dottorato (12 mesi) e borse di ricerca (12 mesi).

Selezione

La Commissione Federale per le Borse di Studio per Studenti Stranieri (FCS) valuta le domande di borse di studio in base a tre criteri:

• Profilo del candidato

• Qualità del progetto di ricerca o del lavoro artistico

• Sinergie e potenziale per la futura cooperazione in materia di ricerca

Il bando per le borse di studio per l'anno accademico 2023-2024 sarà pubblicato ad agosto 2022. Le scadenze per la presentazione delle domande variano da Paese a Paese.

Le Serie di ESKAS

Con questo articolo, si dà l’avvio a una breve serie di notizie per presentare lo schema di finanziamento in modo più approfondito. Nei prossimi mesi forniremo più informazioni sulle borse di studio, sul loro potenziale impatto, sul processo di candidatura e sull'obiettivo generale del programma.

Oggi, iniziamo con la testimonianza di Matías Laporte, dottorando presso la Facoltà di scienze informatiche e beneficiario di una borsa di dottorato ESKAS, e del suo supervisore, il professor Marc Langheinrich.

Matías, parlaci un po' di te, del tuo ambito di ricerca e della tua attuale tesi di dottorato

“Vengo dall'Argentina dove ho conseguito la laurea magistrale in Informatica presso l'Università di Buenos Aires. Attualmente, sono uno studente di dottorato presso la Facoltà di scienze informatiche sotto la supervisione del Prof. Marc Langheinrich. Il mio ambito di ricerca si concentra sull'aumento della memoria umana nell'area dell'interazione uomo-computer. In particolare, la mia tesi si occupa del ruolo dei segnali fisiologici per la rilevazione e il richiamo a posteriori di momenti rilevanti della nostra vita”.

Attualmente ti è stata assegnata una borsa di dottorato ESKAS: come sei venuto a conoscenza di questa opportunità e cosa ti ha motivato a presentare domanda per una borsa di studio all'USI?

“Ho visitato per la prima volta l'USI e il laboratorio del Prof. Langheinrich grazie a una borsa di studio di 4 mesi chiamata MaRS, assegnata dalla Facoltà di scienze informatiche e dalla Fondazione Hasler. Durante questo soggiorno ho lavorato sul tema dell'aumento della memoria umana, argomento che mi è piaciuto molto. Pertanto, quando il Prof. Langheinrich mi ha informato sull'esistenza della borsa di studio ESKAS, ero molto entusiasta di intraprendere uno stimolante percorso di dottorato presso il suo laboratorio”.

In che modo la borsa di studio ha influenzato la tua vita personale e la tua carriera accademica? Hai incontrato ostacoli durante il tuo percorso di ricerca? Raccontaci un po' della tua attuale esperienza.

“L'ottenimento della borsa di studio ha avuto un enorme impatto sulla mia vita personale, dal cambio di continente a un cambio di carriera sia per me sia per mia moglie. La borsa di studio mi ha permesso di intraprendere la carriera accademica, mentre nel mio paese le opportunità erano più limitate. Ancora più importante, mi ha permesso di lavorare in un ambiente dinamico e multiculturale, facendomi crescere sia a livello professionale sia personale.

Durante la mia permanenza fino ad oggi, non ho incontrato nessun ostacolo in particolare che attribuirei alla mia situazione personale. Naturalmente, la pandemia ha imposto alcune sfide pratiche alla mia ricerca, che prevede il coinvolgimento di partecipanti a degli studi (in presenza). Pertanto, quarantene e blocchi hanno gravemente ritardato alcuni dei miei piani, ma alla fine siamo riusciti ad adattarci alla situazione attuale".

Quali sono i tuoi piani per il futuro?

"Vorrei saperlo anch’io! Cerco di concentrarmi sul presente per evitare distrazioni da ciò che non posso decidere in questo momento. Le cose possono cambiare velocemente e senza preavviso, come ci hanno dimostrato gli anni passati. Tuttavia, una volta finiti gli studi, penso che tornerò al mondo dell’industria. Vorrei lavorare o, meglio ancora, fondare una startup, nella speranza di applicare tutte le conoscenze duramente acquisite grazie alla borsa di studio e all'USI".

Ora, alcune domande a Marc Langheinrich, il supervisore di Matías.

Professor Langheinrich, come è venuto a conoscenza dell'opportunità di ottenere una borsa di studio ESKAS? Il processo di candidatura è stato facile e diretto?

“Questa è stata la mia prima borsa di studio ESKAS, anche se avevo ricevuto da tempo molte domande da studenti di tutto il mondo che cercavano uno sponsor ESKAS. Tuttavia, è difficile supportare uno studente per ESKAS senza prima aver lavorato insieme per un po' di tempo. La combinazione di borse di studio MaRS ed ESKAS si è quindi rivelata ideale, poiché mi ha permesso di lavorare a stretto contatto con uno studente per un'intera estate, prima di diventare il suo sponsor ESKAS. Una volta capito che l'Argentina faceva parte del programma ESKAS, ho seguito Matías dopo la fine della sua borsa di studio MaRS per capire se sarebbe stato interessato a candidarsi. Una volta che ha accettato, per ciò che mi riguarda, è stato un processo molto semplice".

Ci può raccontare questa esperienza di supervisione e dei vantaggi della borsa di studio ESKAS?

“Conoscevo già bene Matías, quindi non ci sono state grandi sorprese per quanto riguarda la nostra collaborazione. È molto indipendente, curioso e aperto a nuove idee e suggerimenti. L'Università di Buenos Aires è la migliore del paese e questo è evidente poiché Matías è stato in grado di riprendere rapidamente il suo lavoro su MaRS e trasformarlo in un forte argomento di ricerca per il dottorato. Avere l'opportunità di ricevere il supporto di una borsa di studio ESKAS mi ha permesso di indagare su una serie di domande di ricerca altamente esplorative che hanno il potenziale di formare le basi per una successiva domanda per un progetto FNS di grandi dimensioni".