Eventi
13
Settembre
2022
13.
09.
2022
15
Settembre
2022
15.
09.
2022
29
Settembre
2022
29.
09.
2022
06
Ottobre
2022
06.
10.
2022
13
Ottobre
2022
13.
10.
2022

Gli SDG e l'USI. Città e comunità sostenibili

Hong Kong. Fonte: Pixabay
Hong Kong. Fonte: Pixabay

Servizio comunicazione istituzionale

19 Aprile 2021

Il fenomeno dell’urbanizzazione è forse uno dei più spettacolari avvenuti sulla Terra negli ultimi cento anni. Oggi più della metà della popolazione globale vive in città o in un agglomerato urbano, con stime fino al 70 per cento entro il 2050. Questo sviluppo porta con sé molte opportunità in termini socio-economici, ma anche importanti sfide, specie sul piano dell’impronta ecologica e della qualità di vita delle persone.

Parliamo dell’Obiettivo numero 11, che si prefigge di Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili, insieme a Muck Petzet, architetto, curatore e dal 2014 Professore di design sostenibile all'Accademia di architettura dell’USI; Barbara Antonioli Mantegazzini, economista e Vice direttrice dell’Istituto di ricerche economiche dell’USI; Antonietta Mira, professoressa di Statistica e direttrice del Data Science Lab dell’USI. 

Leggi il contributo

 

La serie: #Fucine. Prospettive per forgiare l'oggi e il domani. 

Alcune delle grandi sfide della contemporaneità e il ruolo che la conoscenza può giocare nel comprenderle e affrontarle. In collaborazione con il Corriere del Ticino, in occasione del 25esimo dell'USI partiamo dagli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile dell’ONU (SDG) e proponiamo una serie di dieci contributi in cui, con la guida di esperti USI, presentiamo e riflettiamo sugli ambiti della conoscenza in cui è attiva la nostra Università - architettura, comunicazione, diritto, economia, informatica, medicina e biomedicina, salute pubblica, scienza computazionale, scienza dei dati e studi umanistici - e sul loro ruolo di “fucine” di idee, prospettive e visioni per contribuire a forgiare il presente e il futuro. Ogni appuntamento muoverà da un obiettivo ONU e tre prospettive: una offrirà una fotografia più approfondita, le altre dei “flash” complementari.

Vai alla serie

 

#USI25 #facciamoconoscenza #officinadelsapere #fucine